Pla­sma

Cer­to che a vol­te fac­cio stra­ni sogni.

Pla­sma

Fa anco­ra cal­do. Ma non più così come pochi istan­ti fa. C’è più spa­zio ades­so, abba­stan­za per­ché l’energia con­den­si in mate­ria.

Idro­ge­no. Nubi cal­dis­si­me di idro­ge­no e elio ioniz­za­to. Gli elet­tro­ni che sal­ta­no da un nucleo all’altro, trop­po cari­chi di ener­gia per trat­te­ner­si su un ato­mo.

Una dif­for­mi­tà, una zona nel­la qua­le la nube comin­cia a ruo­ta­re. Un vor­ti­ce che col­las­sa, si com­pri­me e alla fine si accen­de. Una stel­la. Immen­sa. Bru­cia idro­ge­no in elio e spu­ta luce, calo­re e sof­fia un ven­to di par­ti­cel­le che disper­de la nube nel­le vici­nan­ze.

Bril­la vio­len­ta in una bol­la di vuo­to cir­con­da­ta da gas.

Arti­co­li recen­ti

One Comment

  1. olga
    Maggio 27, 2013
    Reply

    tu non stai nien­te bene…

Lascia un commento